LOGO-inpuntadipiedi-WEB

Pedagogia Curativa e Clinica a indirizzo Antroposofico

Lo strumento artistico si configura come uno spazio esclusivo per il dialogo con la propria interiorità e contemporaneamente diventa luogo di accesso alla relazione con gli altri.
Nella terapia artistica l’attenzione non si rivolge al risultato, ma al processo: attraverso l’agire artistico, il bambino, il ragazzo, l’adulto ha la possibilità di vivere un’esperienza creativa che coinvolge profondamente a livello emozionale, non tanto perche permette l’espressione di contenuti ed immagini inconsce, ma in quanto si offre come esercizio di ascolto, inoltre portata ad esercitare molte abilità che richiedono coordinamento sensoriale e manuale.
Forme, colori, materiali, attraverso le impressioni che esercitano sui sensi, entrano in dialogo con la persona, che, in ogni momento del processo è portata a scegliere, decidere, trasformare.
Apre al nuovo, al diverso da sé e, come ogni processo creativo in cui si sia coinvolti profondamente, porta gioia, entusiasmo, stimola la forza di volontà, amplia la sfera di azione, lo spirito di osservazione e la capacità di giudizio, aiuta a sviluppare indipendenza e libertà di scelta.
I materiali e le tecniche proposte vengono scelte per le loro qualità intrinseche e per gli stimoli che portano.
I percorsi possono, a seconda delle necessità, essere individuali o di gruppo.

Isotta Chesi, arteterapeuta antroposofica