IFFeldenkrais non si limita a lavorare sui muscoli,
ma opera delle trasformazioni sul cervello stesso
Karl Pribram, neurofisiologo

Il Metodo Feldenkrais è un raffinato approccio all’apprendimento umano tramite il movimento, che si basa sulla capacità del sistema nervoso di riorganizzarsi in risposta a nuovi stimoli e migliorare le funzioni neuromotorie per tutta la vita e in qualsiasi condizione. Il che significa affinare le abilità individuali nelle azioni più semplici, come alzare un braccio, girarsi, camminare, fare le scale, piegarsi, così come nelle performance più complesse (danzare, suonare uno strumento, praticare sport agonistici). Trattandosi di un sistema educativo, il campo di applicazione è molto vasto: dalla riabilitazione alla gerontologia, dalle perfomances artistiche a quelle sportive.  E’ adatto a tutti, senza limiti di età.

Benefici: imparando a distribuire il lavoro muscolare nel modo più economico possibile, si riducono sforzi e tensioni e ci si muove con più facilità e senso di fluidità, leggerezza, armonia. Sensazioni che si diffondono a tutti i livelli: fisico, emotivo, psicologico

Per chi?
* persone con difficoltà di movimento per inabilità, problemi ortopedici, dolori muscolari e articolari, mal di schiena, cervicali, problemi posturali, scoliosi ecc.
* artisti e atleti che desiderano migliorare le proprie performance ed evitare tensioni e problemi legati alla loro attività (gli incidenti sono spesso causati da una;
* chiunque voglia sentirsi più comodo con se stesso e nel proprio modo di muoversi e di agire nel quotidiano.

Come funziona?
Attraverso inusuali sequenze e combinazioni di movimenti facili e piacevoli si stimola un apprendimento organico, basato sulla relazione tra il sistema nervoso e il sistema muscolare. Tali esplorazioni creano nuove connessioni neurologiche nel cervello che portano a un cambiamento fisico e comportamentale, dato che in ogni azione sono coinvolti movimento, pensiero, emozione e sensazione.  Non si tratta quindi di esercizi o allenamenti, ma di un nuovo modo di percepirsi, rispondere agli stimoli e agire.

Moshe FeldenkraisIl fondatore
Moshe Feldenkrais (1904-1984), fisico, ingegnere, ricercatore, esperto in arti marziali e cintura nera di judo. Le ricerche costanti, i contatti e gli scambi con numerosi scienziati, le vicissitudini personali (fra cui una grave lesione al ginocchio) e la continua autoesplorazione lo portarono a creare un’originale sintesi di biomeccanica, neurofisiologia, psicofisica, sviluppo motorio, scienze cognitive e arti marziali, unendo rigore scientifico e conoscenza profonda del sistema biologico, sociale e psicologico dell’essere umano. Le scoperte di Feldenkrais sull’innata saggezza del sistema nervoso sono oggi confermate dalle neuroscienze.

feldenkrais

LEZIONI INDIVIDUALI A CURA DI LIVIA NEGRI
Nelle lezioni individuali, chiamate Integrazione Funzionale (IF),  attraverso un tocco delicato, l’insegnante aiuta l’allievo a percepire il suo modo abituale di muoversi e a riconoscerne i limiti, guidandolo nell’esplorazione di nuove possibilità per permettere alle singole parti del corpo di collaborare efficacemente.

INFO E PRENOTAZIONI
segreteria Artemedica, tel. 02.6711621, 335.1636131

Il Metodo Feldenkrais ci riporta a questo tipo di esperienza.
Buona visione!
http://www.youtube.com/watch?v=D9Ko7U1pLlg