Martedì, 19 febbraio 2019 ore 20.45
presso Artemedica, Via Belgirate 15, Milano

Presentazione dell’edizione italiana del libro di
Tatiana Kisseleff

Marie Steiner von Sivers

Con contributi di
Johanna Mücke – Walter Abendroth – Ernst von Schenk

Parteciperanno all’incontro
Stefano Pederiva, farmacista, ex segretario generale della Società Antroposofica
Alessandra Coretti, studiosa delle figure femminili dell’Antroposofia e traduttrice del testo

Prenotazione obbligatoria, tel. 02.6711621 – 800.642013

mariesteinerMarie von Sivers, fu la personalità che con ammirevole efficacia dedicò ogni suo sforzo al sostegno delle molteplici attività di Rudolf Steiner, aiutandolo nel compimento della sua missione e sollevandolo da tutti i problemi organizzativi esteriori.
Eppure, l’arco di tempo, dal 1902 al 1925, che li vide lavorare instancabilmente insieme per l’Antroposofia rappresenta meno di un terzo della lunga e intensa vita di questa emblematica figura che ha accolto in sé l’impulso più decisivo per la donna del ventesimo secolo.
Purtroppo la mancanza di pubblicazioni in lingua italiana e il carattere estremamente particolare della sua biografia hanno fino a ora rappresentano un reale ostacolo a chi volesse approfondire la conoscenza di Marie von Sivers.
La traduzione del libro di Tatiana Kisseleff intende colmare questo vuoto e offrire al lettore italiano un’occasione per avvicinarsi a questa donna straordinaria attraverso la testimonianza di una delle sue più strette collaboratrici nel processo di rinnovamento delle arti drammatiche quali euritmia, declamazione e recitazione.
Dalle parole della Kisseleff emerge così un ritratto di Marie Steiner quale essere umano di inflessibile rettitudine, dotato di un’inestinguibile forza di volontà, ma anche capace di calorosa partecipazione.


Alessandra Coretti vive tra Trieste, sua città natale, e Monaco di Baviera.
Da qualche anno coltiva un vivo interesse per l’Antroposofia, dedicando la sua attenzione in particolar modo allo studio delle figure femminili che hanno avuto un ruolo decisivo nella storia del Movimento.
A questa indagine di carattere biografico, basata sull’esame di fonti in lingua tedesca, affianca il lavoro di traduzione e divulgazione.
Presso il gruppo antroposofico triestino continua con regolarità il ciclo di incontri dedicato al racconto documentato della vita di Marie Steiner von Sivers; presso “il Centro” di Torino ha dedicato un incontro al ricordo della figura di Elisabeth Vreede; per due anni consecutivi ha inoltre presenziato come traduttrice ai seminari autunnali tenuti da Christine Gruwez a Trieste.